Paul The Wine Guy come Laure Manaudou (e Arthur Rimbaud)

Ci hanno tutti lasciato prima del tempo, canticchiando Hope I Die Before I Get Old degli Who.
Hanno scelto di piantarla lì: un ultimo sguardo commosso all’arredamento e chi s’è visto s’è visto.

L’ultimo è Paul the Wine Guy, eletto blogger dell’anno sabato sera.
A Riva del Garda nessuno si è presentato a ritirare il premio. Anzi tutti a chiedersi chissà chi è Paul?
La sua reazione è stata sul blog: “Magari adesso chiudo tutto così mi candido a Miglior Blog Andato a Puttane” (categoria che esiste davvero, quest’anno ha vinto Beppe Grillo).
E il giorno dopo l’ha fatto. Dove prima c’erano i post ora c’è l’home page di Google e pare che sia sparito anche da Twitter e FriendFeed.

Volatilità della rete.

Update: Gilioli pubblica un’intervista a Paul the wine guy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.